13 Giugno Giu 2022 0949 19 days ago

Toscana - A Barberino di Mugello 320 giovanissimi

Spettacolo, festa, divertimento per il meeting regionale Memorial Franco Ballerini.

Un Podio Del Meeting Regionale

Barberino di Mugello - La gioia dei bambini e delle bambine (oltre 300 i concorrenti in rappresentanza di 33 società) per una grande festa, divertimento e spettacolo. Questo quanto successo domenica dal mattino fino al pomeriggio sulla pista del ciclodromo Gastone Nencini in località Andolaccio a due passi dal Lago di Bilancino a Barberino di Mugello dove si è svolto il Meeting Regionale su strada dei giovanissimi valevole per il 10° Memorial Franco Ballerini e grazie all’Unione Montana dei Comuni del Mugello. La rassegna ottimamente organizzata dalla S.C. Gastone Nencini (non c’erano dubbi in proposito) a due settimane dal Meeting Nazionale previsto in Veneto con il patrocinio del comune di Barberino e la presenza anche del sindaco Giampiero Mongatti, oltre ai dirigenti regionali del ciclismo con il presidente Saverio Metti. Al primo posto nella classifica generale (punti gare più punti per le presenze), il Vaiano Bike sulla San Miniato–S.Croce, Olimpia Valdarnese, Pol. Albergo e Fosco Bessi. Nella graduatoria femminile ed in quella delle presenze al primo posto l’Olimpia Valdarnese. Dodici le batterie finali svoltesi per i maschi dai 7 ai 12 anni, più le sei femminili per la stessa età. Le vittorie conseguite da Tommaso Coradeschi (Pol. Albergo), Francesco Brucini (Butese), Dario Picariello (Fosco Bessi), Elia Simi (Pol. Albergo), Lorenzo Cantini (V.C. Empoli, Christian Velaj (Ciclo Club Appenninico 1907), Mattia Meniconi (Pol. Albergo, Damiano Polvanesi (Pedale Toscano), Francesco Martinelli e Tommaso Marini (Team Valdinievole), Riccardo Frosini (Olimpia Valdarnese), Andrea Mori (Uc Donoratico). Nel settore femminile hanno vinto le sei batterie Ilary Ceccarelli e Adele Lorenzoni (Olimpia Valdarnese), Sofia Micchi (Ciclistica Cecina), Elena Geppi (Costa Etrusca), Ginevra Bandinelli (Team Valdinievole) e Matilde Mannelli (Vaiano Bike).

Antonio Mannori