2 Aprile Apr 2019 1037 6 months ago

Successo per "Due ruote oltre le barriere"

Il progetto si è posto come obiettivo principale quello di diffondere e promuovere l’uso della bicicletta e del ciclismo, così come quello di insegnare le abilità tecniche utili a superare gestire il mezzo

Locandina 2 Ruote Oltre Le Barriere

Siamo arrivati al secondo dei tre eventi conclusivi del progetto Oltre le barriere, idea nata dalle Scuole di Ciclismo “Cavallaro” di Bisceglie, “Franco Ballerini” di Bari e “SpecialBike” di Cerignola. Il progetto si è posto come obiettivo principale quello di diffondere e promuovere l’uso della bicicletta e del ciclismo, così come quello di insegnare le abilità tecniche utili a superare gestire il mezzo bicicletta ed a superare quelle difficoltà che si possono incontrare sul proprio percorso.

Le tre Scuole di Ciclismo hanno infatti insegnato ad oltre 100 bambini quelle abilità motorie e tecniche che hanno consentito loro, in questa fase conclusiva, di potersi mettere alla prova dimostrando di aver acquisito una sicura capacità di guida. Molti dei partecipanti hanno ottenuto il punteggio utile al conseguimento del brevetto di 1° livello e quindi nell’evento finale che si terrà sabato prossimo nell’area verde di Torre Quetta, avranno modo di cimentarsi con il successivo livello di difficoltà; chi invece dovrà migliorare il punteggio acquisito fin qui, avrà modo di poter ripetere le prove cosi da conseguire definitivamente il 1° brevetto.

Le manifestazioni hanno posto in sfida con le proprie abilità tutti i partecipanti, è stata proprio questa l’idea generatrice del progetto, coinvolgere e far vivere questa affascinante disciplina a chiunque ne volesse far parte, consentendo in base alle proprie abilità di ottenere un bel risultato che possa migliorare sempre di più nel tempo.

I piccoli ciclisti infatti sono stati entusiasti di essere stati gratificati per le abilità messe in gioco durante le esercitazioni ed hanno mostrato molto interesse ed attenzione nelle esecuzioni delle diverse prove. Le giornate si sono poi concluse con un momento di festa, nel quale tutti i bambini hanno potuto giocare liberamente negli spazi aperti delle Scuole di Ciclismo e fare merenda insieme ai propri compagni di questa avventura.