4 Ottobre Ott 2018 1000 18 days ago

Grande successo per il 19° Gran Premio Città di Vallese

Domenica 30 settembre si sono radunati e sfidati oltre 350 atleti tra Esordienti e Giovanissimi, in una grande festa del ciclismo

B9osaro Emic 30 Sett

Il GC Bosaro Emic saluta e celebra una stagione costellata di grandi soddisfazioni e numerosi successi scegliendo come cornice dell’ultima gara dei Giovanissimi proprio la terra di Elia Viviani, nella veronese Vallese di Oppeano, dove domenica 30 settembre, in concomitanza con la finale del campionato mondiale di ciclismo su strada di Innsbruck, si sono radunati e sfidati oltre 350 atleti tra Esordienti e Giovanissimi, in una grande festa del ciclismo. Duecentotrenta i Giovanissimi all’appello di A.S.D. G.S. Luc Bovolone, società organizzatrice del 19° Gran Premio Città di Vallese e 6° Memorial Paola Tescaroli, altresì proclamata campione provinciale con un netto vantaggio sulle altre società.

Particolarmente numerosi anche i G0 che inaugurano il circuito da 1.250 metri: ben trentadue i mini ciclisti, alcuni ancora con le rotelle alla bici, molti dei quali scortati dai compagni delle categorie superiori fino al loro primo traguardo, che attraversano con il sorriso carico di promesse per il futuro di questo straordinario sport.

La competizione ufficiale inizia con i 2,5 chilometri dei G1. Diego Filippi (U.S. Azzanese) da subito conquista la testa del gruppo e nell’ultimo tratto si sfila dalla formazione procedendo sicuro verso la vittoria, a breve raggiunto da Federico Vielmo (UC Godigese Abra Iride) e, appena più indietro, Nicola Giacomini (Bruno G.A.I.G.A. Campi) insieme a Tommaso Cordioli (Ass. Dil. G.S. Italo. Christian Zerbinato (Bosaro Emic) pedala come se non ci fosse un domani. Giada Zorzan (Nuovo G.S. Bionde A.S.D.) è oro nel femminile precedendo all’arrivo anche molti colleghi maschi, seconda Anna Dal Ben (Hawaiki – Roncà).

Il plotone al traguardo dei G2 è trainato da Erik Magagnotti (S.C. Avio ASD), tallonato da Loris Donisi (ASD Cycling Team Ekoi Petrucci), Enrico Ciocchetta, Riccardo Leoni (A.S.D. G.S. Luc Bovolone) e Davide Coltro (Bosaro Emic), valente timoniere nel corso del giro precedente. Complimenti al compagno di squadra Daniele Pizzolato, più arretrato ma animato da quella vigorosa determinazione che spinge a guadagnare posizioni lunghezza dopo lunghezza. Sul podio rosa Lucia Sanavia e Noemi Toaiari (entrambe A.S.D. G.S. Luc Bovolone) si congratulano con la vincitrice Vanessa Bacchin (UC Godigese Abra Iride), peraltro sesta in volata con i colleghi.

La sfida dei G3 si chiude con un avvincente testa a testa nel quale è Pietro Recchia (A.S.D. Pedale Scaligero) ad avere la meglio su Edoardo Ceccato (S.C.D. FDB Cologna Veneta). Mattia Boreggio (Bosaro Emic) perde contatto con la testa solo nella fase conclusiva e già pensa a come rifarsi nella prossima stagione. Nel femminile, il primo, secondo e terzo posto sono di Matilde Pretto (Off. Alberti U.C. Val D’Illasi), Aurora Nadali (A.S.D. G.S. Luc Bovolone) e Matilde Pegoraro (UC Godigese Abra Iride).

A.S.D. G.S. Luc Bovolone è protagonista dei G4 grazie alle due medaglie d’oro di Lucia Scapini – alle sue spalle la coppia Clarissa Laghi e Asia Magagnotti (S.C. Avio ASD) – e Tommaso Ceraso, oltre all’argento di Matteo Sanavia, deciso proprio sulla linea di arrivo; Thomas Rigo (G.C.D. Cage- Capes V.C. Silvana) sopraggiunge dopo qualche metro ed è terzo. I ciclisti bosaresi si fanno notare all’interno della formazione d’avanguardia: Filippo Sturaro stabile in posizione avanzata, Lorenzo De Negri vive l’emozione di spingersi davanti a tutti, Angelo Osti e Domenico Pizzolato combattivi e risoluti al fianco dei più veloci.

Alla volta dei G5, Marco Marighetto (UC Godigese Abra Iride) macina qualche chilometro poi tenta l’attacco e subito Alessio Magagnotti (S.C. Avio ASD) ed Eros De Beni (ASD S.C. Pol. Caselle Rossetto) raccolgono la sfida: i tre si staccano dal gruppo consumando gli 11,250 chilometri con una volata che proclamerà Alessio vincitore. Nel plotone lanciato all’inseguimento c’è Luca Destro (Bosaro Emic), tra i più promettenti protagonisti a scandire il ritmo della corsa. L’ordine di arrivo delle atlete vede Claudia Comacchio (UC Godigese Abra Iride) superare in velocità Jessica Burzo (A.S.D. G.S. Luc Bovolone) e Sara Segala (ASD Cycling Team Ekoi Petrucci).

Le corse dei G6, prima femminile e a seguire quella maschile, sono introdotte dalla consueta e suggestiva sfilata a chiamata individuale per celebrare l’ultima gara di questi atleti tra i Giovanissimi. Anna Scapini (A.S.D. G.S. Luc Bovolone) festeggia con l’oro, su di lei subito la compagna di squadra Eleonora Covizzi e Martina Mazzi (Soc. Cicl. Valeggio). A.S.D. – G.C. Bosaro Emic trattiene il fiato per Aurora Andreotti, coinvolta in una caduta a cento metri dal traguardo, e Federico Sinigaglia, letteralmente atterrato da un guasto alla catena, in entrambi i casi senza conseguenze fisiche serie. Ci pensa uno strepitoso Cristian Sinigaglia a riscattare il team bosarese: animato dall’accelerazione crescente della corsa, non perde concentrazione e carica la pedalata in vista del traguardo dove incalza Manuele de Grandis (UC Godigese Abra Iride) e Filippo Consolini (G.C.D. Cage- Capes Silvana), autori rispettivamente di un secondo e primo piazzamento. I riflettori illuminano Cristian Sinigaglia sul terzo gradino del podio, un risultato che ha tutto il sapore della vittoria.

All’ultima giornata di gara presente anche il presidente Massimo Rossi, il Consigliere Regionale con delega al settore giovanissimi Vittorino Gasparetto che hanno dato il loro saluto con un arrivederci al prossimo anno ciclistico 2019.

Ultima data del calendario delle prove su strada anche per gli Allievi della Bosaro Emic, tra i centocinque partenti al 22° Gran Premio “Città di Conselve”, un programma da sessantatré chilometri su circuito cittadino di 4,5 chilometri da ripetere per 14 volte, allestito da A.S. Dil. G.S. Cicloamatori Conselve e arricchito dalla presenza di squadre provenienti da fuori regione, in particolare Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.

GianMarco Mazzucato, Lorenzo Gradani e Pietro Riccio, portacolori della società bosarese, sostengono una buona andatura e per gran parte della corsa si mantengono coperti al centro del gruppo; Lorenzo è il primo a tentare l’azione quando mancano tre giri al termine, ma dopo una manciata di chilometri è trascinato rovinosamente a terra e deve intervenire l’ambulanza, costringendolo alla resa. Trecento metri in vista del traguardo e viene lanciata la volata, con un brillante GianMarco che conclude a pochissimi secondi dai primi. Accantonata momentaneamente la bici da corsa, già dalla prossima domenica gli Allievi inizieranno a dedicarsi alle competizioni riservate alle "ruote grasse", in quel di Rottanova (VE), tra Adige e Gorzon.