27 Novembre Nov 2017 1048 17 days ago

Docenti in classe a Treviso per il progetto "La Sicurezza in Bicicletta"

il Provveditorato agli Studi di Treviso ha organizzato con Fabrizio Cazzola, presidente della commissione giovanile della FCI ed il CP il 1° corso di aggiornamento per docenti di elementari e medie inerente al progetto inserito nella piattaforma Edustrada.

Whats App Image 2017 11 25 At 10

Sabato 25 novembre a Treviso, e precisamente all’Istituto Palladio, il Provveditorato agli Studi di Treviso ha organizzato con Fabrizio Cazzola, presidente della commissione giovanile della Federazione Ciclistica Italiana, ed il Comitato Provinciale di Treviso il primo corso di aggiornamento per docenti di elementari e medie inerente al progetto del Ministero dell’Istruzione inserito sulla piattaforma Edustrada. Il progetto è denominato: “La Sicurezza in Bicicletta”. Edustrada è la piattaforma realizzata dal MIUR che contiene, tra l’altro anche il progetto ICARO della Polizia Stradale nel quale la FCI collabora come partner.

La piattaforma Edustrada – www.edustrada.it è l’iniziativa avviata dal MIUR d’intesa con la Polizia Stradale, il Dipartimento di psicologia dell’Università “La Sapienza” di Roma, il MIT, la Federazione Ciclistica Italiana, la Federazione Motociclistica Italiana, l’Automobile Club d’Italia e la Fondazione ANIA nell’ambito di un progetto di monitoraggio di tutte le attività di educazione stradale, sia di carattere nazionale che locale, realizzate dalle istituzioni pubbliche e dai più importanti operatori del settore, con l’obiettivo di incoraggiare la partecipazione degli studenti ai progetti educativi attivi, nonché di favorire la raccolta e la condivisione di contenuti didattici sulla sicurezza stradale.

Sulla piattaforma è presente l’offerta formativa dei partner del progetto, tra cui quello offerto dalla FCI che permette agli studenti un'amplia formazione, non solo riguardante la sicurezza stradale, ma anche riguardante il corretto uso della bicicletta come mezzo di trasporto e di attività fisica.

Il progetto inoltre è diretto a diffondere una cultura della sicurezza stradale in tutti i cicli scolastici, sollecitando la consapevolezza e l’interiorizzazione di norme, valori e comportamenti che possano favorire una costruttiva forma di convivenza tra ciclisti ed automobilisti e assegnare alla scuola un ruolo chiave per l’educazione dei giovani ad una cittadinanza attiva e responsabile.

I programmi educativi offerti alle scuole hanno anche l’obiettivo di mettere i giovani, cittadini del futuro, al riparo dai rischi e dai pericoli insiti nella circolazione stradale e ad insegnare loro a muoversi in sicurezza, a piedi, in bicicletta, in motorino, in auto, rispettando il contesto ambientale ed il codice della strada: un chiaro messaggio educativo che la scuola, la Federazione Ciclistica Italiana e le istituzioni coinvolte in questo percorso formativo devono saper trasmettere.

Attualmente alla piattaforma Edustrada hanno aderito 182 Istituti Comprensivi in tutta Italia.

La lezione informatica svolta a Treviso è stata strutturata sulle tematiche inserite nel progetto Edustrada con un'analisi specifica del progetto formativo proposto dalla Federazione Ciclistica Italiana.

Di fatto Fabrizio Cazzola relatore del corso ha spiegato l’impostazione del progetto della FCI e i format inseriti rivolti alla promozione della bicicletta come mezzo di trasporto e come strumento educativo per un corretto sviluppo della attività motorie su due ruote.

Al corso di aggiornamento erano presenti anche gli agenti della Polizia Stradale di Treviso direttamente collegati tramite ICARO che è una campagna informativa sulla sicurezza stradale.

Quello di Treviso deve essere il punto di partenza per sensibilizzare e far accrescere in tutta Italia i progetti sulla sicurezza stradale, ricordandoci che i più esposti a rischi sulla strada sono i ciclisti e i pedoni. Formare e spiegare con costanza agli studenti le regole della strada può permetterci nel medio e lungo periodo di formare automobilisti e ciclisti rispettosi l’uno dell’altro e delle corrette regole di circolazione sulle strade.