31 Maggio Mag 2017 1419 2 months ago

Premiazioni Icaro 2016: quando vince la sicurezza

Premiate oggi a Roma le scolaresche vincitrici del concorso "2 ruote in sicurezza". Presenti per la FCI il presidente Di Rocco, il Coordinatore delle Nazionali Davide Cassani e il Direttore Tecnico settore Nazionale Giovanile Daniele Fiorin

icaro 2016

Stamattina, presso l’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” di Roma, si è svolta la cerimonia ufficiale di premiazione del concorso abbinato alla 16^ edizione del progetto Icaro, campagna promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con il MIUR, il MIT, il Dipartimento di Psicologia dell’Università La Sapienza di Roma, il MOIGE, la Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, la Federazione Ciclistica Italiana, il gruppo autostradale ASTM-SIA, l’A22 Autostrada del Brennero S.p.a, Enel Green Power S.p.a.

Alla 16° edizione del progetto hanno partecipato complessivamente 234 istituti scolastici (124 scuole secondarie di primo grado e 110 scuole secondarie di secondo grado) dislocate su tutto il territorio nazionale per un totale di circa 10.000 studenti “formati”.

In apertura dei lavori il Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Gabriele Toccafondi ha ricordato come questo progetto ha il pregio di completare la formazione degli studenti e di centrare quindi lo scopo primario della scuola, ovvero quello di formare cittadini consapevoli.

I giovani rappresentano infatti i primi destinatari della comunicazione in materia di sicurezza stradale: non soltanto perché l’incidente costituisce per loro la principale causa di morte - nel 2015, secondo i dati Istat, gli under 20 che hanno perso la vita sulle nostre strade sono stati 242 - ma soprattutto perché i ragazzi, già protagonisti della strada come pedoni, ciclisti e conducenti di ciclomotori, sono la generazione dei futuri automobilisti ed i migliori portavoce del messaggio di legalità con il mondo degli adulti

Alla campagna di educazione stradale è stato abbinato il concorso “2 ruote in sicurezza”, considerato che spesso le due ruote costituiscono il principale mezzo di locomozione dei giovani studenti. Da qui la presenza, sempre più convinta e qualificata, della Federazione, che, in occasione della premiazione, ha presenziato nelle persone del presidente Renato Di Rocco, del Coordinatore delle Nazionali Davide Cassani e del Direttore Tecnico settore Nazionale Giovanile Daniele Fiorin.

“La bicicletta si sta rivelando sempre di più il mezzo di locomozione preferito in città – ha ricordato il presidente Di Rocco -. Per questo motivo, come Federazione continuiamo a sostenere la Polizia di Stato in questo progetto. Siamo orgogliosi di essere presenti qui oggi e di premiare, tra l’altro, una scolaresca che viene da Ferrara, la città più ciclabile d’Italia, a conferma che la sicurezza è un tema che va a braccetto con la bici e con la sostenibilità.”.

icaro presidente

Davide Cassani ha parlato della sua esperienza di ciclista professionista e dei rischi legati alla sua attività: “Nella mia vita ho percorso circa 800.000 chilometri, passando anche per diversi incidenti; bisogna rispettare le regole ed essere consapevoli soprattutto che in caso di incidente, che si abbia torno o ragione, ci rimette sempre “l’utente debole”.”

Daniele Fiorin ha ricordato velocemente come la sicurezza in bicicletta comincia ancora prima di partire, controllando l’efficienza del mezzo e dotandosi di tutte le dotazioni previste dal codice, oltreché del casco. E' seguito l'intervento di Alessandro Zadra, della Polizia di Stato oltre che Maestro di MTB della FCI, che ha spiegato come, con pochi interventi, si può trasformare una bici da corsa in un mezzo idoneo a circolare rispettando il codice della strada.

In precedenza sono intervenuti gli operatori della Polizia Stradale e rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti, che hanno coinvolto i ragazzi presenti con immagini e filmati live sui rischi che si corrono quando si adottano comportamenti scorretti alla guida.

Presente alla cerimonia anche Kiara Fontanesi, atleta del Gruppo Sportivo della Polizia di Stato Fiamme Oro, campionessa mondiale del motocross e il prefetto Roberto Sgalla, Direttore delle Specialità della Polizia di Stato e per la FCI Responsabile della Commissione Nazionale Direttori di Corsa e Sicurezza.

Gli studenti della scuola hanno inoltre partecipato ad attività dedicate alla sicurezza a bordo del Pullman Azzurro, l’aula multimediale itinerante della Polizia di Stato dedicata alla sicurezza stradale.

Sono seguite le premiazioni delle scolaresche vincitrici del concorso che prevedeva la realizzazione di video e disegni sul tema della sicurezza stradale.

“Il rispetto delle regole è alla base dell’agire della Polizia di Stato – ha detto nel suo intervento conclusivo il vice capo della Polizia, Prefetto Antonino Cufaloed anche la base di un agire sicuro, sulla strada e nella vita. Ringrazio gli Enti che da anni sostengono questa iniziativa e la Polstrada per il lavoro che si svolge quotidianamente nelle scuole.”

Comunicazione FCI

Nelle foto, in alto: un momento dell'intervento di Cassani, Fiorin e Zadra; a metà pagina: il Presidente Di Rocco durante le premiazioni; sotto, da sinistra: il presidente Di Rocco, Daniele Fiorin, la professoressa Antonietta De Angelis, Roberto Sgalla, Davide Cassani, Luigi Bielli e Maurizio Borella

icaro 2016 2